• Accedi
  • Registrati

PORTOFERRAIO


Il Circolo Nautico Cavo è campione elbano di match race
14/10/2023 - Lo Sport

Sabato 14 e domenica 15 ottobre 2023, si sono svolte le regate di match race organizzate per l’assegnazione del Trofeo “Marcellino Gori” 2023, settima edizione.

Al trofeo hanno partecipato 4 equipaggi dei Circoli Velici Elbani; oltre ai “padroni di casa” del CVE di Rio Marina (timoniere Piergiorgio Ricci, equipaggio composto da Davide Pettorano, Vittorio Mattucci e dai giovanissimi atleti Luca e Daniele Leoni), il CVMM di Marciana Marina, (timoniere Raffaello Sarperi, equipaggio composto da Piero Uglietta, Fabio Anselmi e Thomas Trentini), il CDM di Marina di Campo,  (timoniere Nicol Segnini, equipaggio composto da Niccolò Giovannelli, Davide Giusti, Diego Lupi e Ilaria Canova) e il CNC di Cavo (timoniere Enrico Gambelunghe, equipaggio composto da Andrea Bianchi, Francesca Gambelunghe e Lorena Provenzali).

Le barche, due J80 performanti e divertenti, gentilmente concesse dallo Yachting Club Marina di Salivoli e da Enrico Gambelunghe,  si sono sfidate nelle acque di Rio Marina.

Le condizioni meteo favorevoli, l’attenta conduzione del comitato di regata (composto dai giudici Corrado Guelfi, Marco Malacarne e Franco Dari, all’arbitraggio Massimo Gori), l’accogliente organizzazione del Centro velico Elbano di Rio Marina, hanno favorito il successo dell’iniziativa.

I due giorni sono trascorsi piacevoli e conviviali, nel segno dello sport e del benessere e dell’unione di generazioni di regatanti.

Timonieri grintosi ed equipaggi agguerriti hanno affrontato un round robin scambiandosi le barche (contrassegnate dalle bandiere, una gialla e l’altra blu) dal quale sono usciti finalisti, a pari punteggio, il CNC di Cavo e il CDM di Marina di Campo.

Dopo un combattutissimo match race finale vince l’equipaggio del Circolo di Cavo, con l’esperto Enrico Gambelunghe al timone, che ha la meglio sull’equipaggio del Club del Mare di Marina di Campo, con al timone il giovanissimo Niccolò Giovannelli.

Alla cerimonia di premiazione – alla quale ha presenziato il consigliere delegato allo sport del comune di Rio Jacopo Mirarchi –  il trofeo è stato consegnato dai figli di Marcellino, Marcella e Massimo. Prima, ovviamente, il pranzo conviviale in perfetta sintonia con le storiche organizzazioni di Marcellino Gori.  Lo spirito di questo trofeo, in coerenza con il pensiero di Marcellino, è proprio questo: che la passione per la vela  – insieme all’amicizia e alla convivialità – rimanga viva e praticabile nei regatanti elbani.

Quì potete trovare l'articolo di Elbapress.

GALLERIA FOTOGRAFICA.

Copyright © 2024 Risesoft S.r.l. - All Rights reserved.

Menù
×