• Accedi
  • Registrati

PALERMO CENTRO


Regolamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 della Sezione Palermo Centro della Lega Navale Italiana
08/05/2020 - La Vita di Associazione

"Regolamento delle misure per il contrasto e il contenimento della

     diffusione del virus Covid-19 della Sezione Palermo Centro

                                 della Lega Navale Italiana"

 

 

Il presente regolamento costituisce una base per l’attuazione delle prescrizioni nazionali e locali (ordinanza nr. 18 del 30.04.2020, nn.rr. 19-20 del 1/05/2020 della Regione Sicilia e della Circolare del 03/05/2020 dell’Assessorato della Salute della Regione Sicilia) in tema di distanziamento sociale e protezione individuale dei soci frequentatori delle sezioni LNI. Inoltre, contempla le linee guida promosse dalla Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana e della Federazione Italiana Vela.

Al fine di essere più garantista nei confronti dei soci il documento prende spunto anche dal Protocollo nazionale sottoscritto in data 24 aprile 2020 dalle organizzazioni datoriali e sindacali per la sicurezza e prevenzione sui posti di lavoro e ne condivide i principi ispiratori.

 

La Sezione di Palermo Centro

(in seguito, chiamata solamente "Sezione") in data 08/05/2020, con delibera del Consiglio Direttivo, assume il presente protocollo demandando al Presidente Vincenzo Autolitano il controllo e le sue implementazioni che dovranno essere tempestivamente comunicate al D.R. e alla P.N. all’indirizzo regolamenti@leganavale.it.

 

  1. Informazione

La Sezione deve restare un luogo sicuro. Per mantenere questa condizione, i comportamenti dei Soci e dei terzi devono uniformarsi con consapevole, costante e collaborativa puntualità alle disposizioni del presente documento.

Al fine di fornire una preventiva informazione la Sezione si impegna a portare a conoscenza dei propri Soci e dei terzi, attraverso apposite note scritte, tutte le informazioni necessarie alla tutela della salute e della sicurezza delle persone presenti in Sezione (sede, recinti, pontili, spogliatoi, palestre, ecc), che si allegano al presente regolamento.

  1. Informazione preventiva

I soci, prima dell’accesso alle strutture della Sezione dovranno preventivamente prendere visione e sottoscrivere il presente regolamento. Copia debitamente firmata deve essere fatta pervenire alla segreteria della Sezione, anche via mail(leganavalepalermo.uf@alice.it).

  1. Informazione all’entrata

Nessuno potrà entrare nelle aree di pertinenza della Sezione se non dopo aver confermato di aver ricevuto e letto la specifica nota informativa.

Con l’ingresso in Sezione si attesta, per fatti concludenti, di averne compreso il contenuto, si manifesta adesione alle regole ivi contenute e si assume l’impegno di conformarsi alle disposizioni ivi contenute. All’entrata sono stati affissi avvisi contenenti le comunicazioni necessarie per regolamentare l’accesso.

Tra le informazioni contenute nella nota informativa, si evidenzia:

  • l’obbligo di rimanere al proprio domicilio e di non entrare in Sezione in presenza di febbre (oltre 37.5°) o altri sintomi influenzali, ovvero nei casi di provenienza da zone a rischio o di contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti;
  • la consapevolezza e l’accettazione del fatto di non poter fare ingresso o di non poter permanere in Sezione e di doverlo dichiarare tempestivamente laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (insorgenza di sintomi di influenza, innalzamento della temperatura corporea, etc.) in cui i provvedimenti dell’Autorità impongono di informare il medico di famiglia e l’Autorità sanitaria e di rimanere al proprio domicilio;
  • l’impegno a rispettare tutte le disposizioni emanate delle Autorità e dal Presidente della Sezione nel fare accesso in Sezione (in particolare, mantenere la distanza di sicurezza, osservare le regole di igiene delle mani e tenere comportamenti corretti sul piano dell’igiene);
  • l’impegno a informare tempestivamente il Presidente della Sezione della presenza di qualsiasi sintomo influenzale sopravvenuto mentre si è in Sezione, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti.

 

La Sezione informa che tra le proprie dotazioni sanitarie, sono disponibili per eventuali emergenze o necessità  termoscanner e saturimetro.

 

  1. Informazione ai terzi

La Sezione darà adeguata informazione ai terzi, anche dei contenuti del presente documento per quanto di interesse.

  1. Informazione in Sezione

La Sezione ha collocato, nei vari luoghi (sede, recinti, pontili, spogliatoi, palestra, ecc.), depliants/cartelli informativi che ricordino comportamenti, cautele, condotte in linea con il principio del distanziamento interpersonale.

 

  1. Modalità di ingresso e di comportamento in Sezione
  1. Controllo della temperatura

Il Socio/Atleta prima dell’accesso alle strutture della sede (Sezione o gruppo sportivo), potrà essere sottoposto al controllo della temperatura corporea. Se tale temperatura risulterà superiore ai 37,5°, non sarà consentito l’accesso. Le persone in tale condizione dovranno contattare nel più breve tempo possibile il proprio medico curante e seguire le sue indicazioni.

Il Socio esegue le operazioni di controllo della temperatura e quelle conseguenti nel pieno rispetto del diritto alla privacy.

  1. Richiesta di informazioni

La Sezione informa preventivamente il Socio, ed eventuali terzi che debbano fare ingresso in Sezione, della preclusione dell’accesso a chi, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 o provenga da zone a rischio secondo le indicazioni dell’OMS.

  1. Mobilità delle persone dentro le aree della Sezione

La Sezione, in funzione delle sue attività, al fine di ridurre il flusso di spostamenti all’interno dei vari luoghi di sua pertinenza (sede, recinti, pontili, spogliatoi, palestra, ecc.), dispone quanto segue:

 

  • L’ingresso a tutte le strutture, mezzi e imbarcazioni della Sezione è consentito esclusivamente ai soci iscritti; è fatto pertanto divieto di ingresso all’utenza, anche saltuaria, che non sia espressamente inclusa nell’elenco degli iscritti.

 

  • La sede sociale di Via Marinai Alliata e l’ufficio di segreteria presso la Cala di Palermo resteranno chiusi, fino a nuova comunicazione da parte del Consiglio Direttivo.

Eventuali esigenze amministrative saranno comunque svolte dalla segretaria Sig.ra Daniela Frangipane (tel. 3898083087) in modalità smart working nelle consuete ore di apertura della segreteria:

  • martedì, mercoledì, giovedì, venerdì dalle ore 9 alle ore 12;
  • sabato dalle ore 9 alle ore 13.

 

  • Le imbarcazioni sociali (Gommone, Azzurre, Meteor, Hansa, Azimut) in considerazione dell’attuale normativa nonché delle incombenze a carico della Sezione (es. sanificazione) non potranno essere utilizzate fino a nuova comunicazione da parte del Consiglio Direttivo.

 

Tutti gli spazi comuni sono potenziali luoghi di contagio. Al fine di contingentare e razionalizzare anche temporalmente il ricorso a detti luoghi, la Sezione per ciascuno di essi individua la seguente procedura di ingresso, che tende ad evitare flussi o aggregazioni di persone prive di protezioni individuali e non distanziate:

 

  • Pontili: l’ingresso ai pontile sarà limitato. Tutti i soci dovranno preventivamente comunicare alla segretaria al nr. 3898083087 la loro presenza in pontile e dovranno utilizzare i DPI personali (guanti monouso, mascherina, ecc. secondo le indicazione dell’OMS:). Il numero massimo di persone per pontile è di 24. Onde evitare assembramenti i pontili e la banchina di pertinenza al sodalizio devono essere utilizzati esclusivamente per recarsi a bordo della propria imbarcazione.

  

  • Mezzi di trasporto terrestre della Sezione: (es. pulmino, carrelli, simulatore) Il loro utilizzo, previa autorizzazione del Consiglio Direttivo, deve rispettare le norme per il distanziamento sociale e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (secondo le indicazioni dell’OMS).
  • Mezzi di trasporto marittimo della Sezione: (es. gommone, imbarcazioni sociali) potranno essere utilizzati, previa autorizzazione del Consiglio Direttivo, nel numero di equipaggio previsto dalle norme, nel rispetto delle norme per il distanziamento sociale e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (secondo le indicazioni dell’OMS).

Appena possibile l’utilizzo, sarà effettuata la sanificazione giornaliera con nebulizzatore contenente soluzione alcolica al 75% o con altro prodotto approvato dalle Autorità sanitarie.

Le disposizioni per le imbarcazioni collettive, d’altura e per i monotipi saranno emanate in conformità ai provvedimenti autorizzativi allo svolgimento della relativa attività.

 

  1. Attività Para-sailing

 

Le norme del presente documento valgono altresì per le sedute di allenamento degli atleti/e con disabilità, non appena saranno autorizzate dal Consiglio  Direttivo, con le seguenti specifiche integrazioni:

• L’assistente dell’atleta ai fini del presente documento è assimilato alla figura dell’istruttore.

• L’assistente dell’atleta che, per le mansioni da svolgere, non possa rispettare il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro è tenuto all’uso di guanti monouso e di DPI con marcatura CE o validate dall’Istituto superiore di Sanità ai sensi dell’art.15 delDecreto-legge n. 18/2020 o mascherine filtranti prive di marcatura CE prodotte in deroga alle vigenti norme sull’immissione in commercio, il cui utilizzo è espressamente consentito dall’art. 16, comma 2, del Decreto-legge 18/2020.

• Nelle operazioni di armo/disarmo dell’imbarcazione sia singola che in equipaggio così come nelle operazioni di varo e alaggio dell’imbarcazione, ove necessiti il supporto dell’istruttore e/o dell’assistente dell’atleta che non consenta rispettare il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro, si è tenuti all’uso di guanti monouso e di DPI con marcatura CE o validate dall’Istituto superiore di Sanità ai sensi dell’art. 15 del Decreto-legge n. 18/2020 o mascherine filtranti prive di marcatura CE prodotte in deroga alle vigenti norme sull’immissione in commercio, il cui utilizzo è espressamente consentito dall’art. 16, comma 2, del Decreto-legge 18/2020.

• Eventuali protesi, ortesi e ausili dell’atleta durante la seduta di allenamento non devono essere lasciati nei locali comuni in quanto non consentirebbero una corretta e periodica pulizia e sanificazioni degli stessi.

• L’attrezzatura specifica in uso a più atleti per lo svolgimento dell’attività sportiva (imbraghi, sollevatori, etc.) deve essere oggetto di sanificazione e/o pulizia prima e dopo l’uso.

 

  1. Modalità di accesso dei fornitori e manutentori esterni 

La Sezione organizza le eventuali relazioni commerciali riducendo al minimo la necessità di contatto privilegiando modalità informatiche per la trasmissione e lo scambio della documentazione.

  1. Scambio di documenti e materiale

Qualora non sia possibile evitare lo scambio di documentazione cartacea o materiali, si devono rispettare le seguenti regole:

  • mantenere la distanza di almeno un metro;
  • dotarsi di guanti per ricevere e firmare la documentazione;
  • indossare mascherine ed altri dpi.
  1. Accesso ai locali chiusi per effettuare la fornitura

Laddove l’erogazione della fornitura/servizio presupponesse necessariamente l’ingresso nei locali chiusi della Sezione, si osservano tutte le regole valide per i soci e riportate in varie sezioni di questo documento con l’aggiunta di mascherina sempre indossata e guanti monouso nuovi.

  1. Servizi di trasporto

Al personale dei mezzi, in entrata ed uscita, sarà verificato l’utilizzo della mascherina e misurata la temperatura; possono inoltre essere presenti erogatori di gel per la pulizia delle mani.

 

  1. Lavori di manutenzione/pulizia svolti da ditte esterne

La Sezione comunica preventivamente alla Ditta le informazioni e le procedure da osservare nello svolgimento del lavoro all’interno delle aree della Sezione inviando il presente documento.

Tutti gli obblighi di legge, derivanti dai provvedimenti urgenti devono essere garantiti della Ditta incaricata.

La Sezione si riserva di escludere o interrompere l’attività della Ditta nel caso di mancato rispetto delle procedure convenute

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  1. Pulizia e sanificazione

 

La pulizia e la sanificazione sono azioni fondamentali che, insieme al distanziamento interpersonale, possono evitare la diffusione del virus.

La Sezione per la pulizia e la sanificazione fa riferimento alla circolare 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute solo come linea guida.

Pulizia. La Sezione dedica particolare attenzione alla pulizia dei locali comuni, delle installazioni e dei mezzi terrestri e marini, dove maggiore è la frequenza ovvero la possibilità di contatto. È necessario che tutto il personale ed i soci si attengano alle norme di comportamento igienico sanitario per concorrere a mantenere la massima pulizia e salubrità di tali ambienti.

 

  1. Precauzioni igieniche personali

L’igiene personale eseguita correttamente è decisiva per la riduzione della diffusione del virus.

In tutti i locali igienici (in ufficio e nei bagni) è esposto un cartello contenente le indicazioni inerenti alle modalità della pulizia con le modalità di igienizzazione delle mani a cui tutti devono attenersi.

La Sezione ricorda che la corretta e frequente igienizzazione delle mani con acqua e sapone esclude la necessità di ricorrere al gel.

Il gel disinfettante è fondamentale per la pulizia delle mani laddove manchi la possibilità di lavare le mani con acqua e sapone. La Sezione garantisce l’accesso ai servizi igienici con sapone liquido per tutti i soci. I soci sono obbligati a segnalare sempre la mancanza di acqua o sapone.

 

  1. Dispositivi di protezione individuale
  1. Le mascherine uso civile o chirurgiche

La Sezione prescrive a tutti i soci e frequentatori di dotarsi di mascherina e di averla sempre con sé quando frequentano gli spazi comuni della Sezione.

Il ricorso alle mascherine chirurgiche su bocca e naso è riservato ai soci che:

- non possano stare sistematicamente a distanza superiore ad un metro da altra persona;

- entrano in spazi chiusi o confinati (sede, segreteria, servizi igienici, spogliatoi, imbarcazioni sociali ecc.).

- effettuano operazioni di assistenza alle persone (disabili, bambini, aiuto agli allievi, ecc.).

Le mascherine devono essere utilizzate in conformità a quanto previsto dall’OMS:

Indossare: lavarsi o disinfettarsi le mani, prenderla dagli elastici o dai bordi, assicurarsi che copra bocca e naso.

Rimuovere: prenderla dagli elastici o dai bordi, ripiegarla su sé stessa evitando di toccare la parte interna ed esterna, mettere in un sacchetto, buttare nella indifferenziata.

 

  1. Supervisor – Ai sensi della Circolare n. 16255 del 030/05/2020 Ass. alla Salute

 

Ai sensi della Circolare n. 16255 del 03/05/2020 dell’Assessorato della Salute della Regione Siciliana, in assenza di personale dipendente, i componenti del Direttivo sono nominati “Supervisor”, con il compito di monitorare ed assicurare costantemente il regolare espletamento delle attività previste dal presente regolamento e del rispetto delle norme in materia.

 

 

 

 

9. Gestione dei casi sintomatici

 

La procedura nel caso in cui l’operatore sportivo o altra persona presente nella struttura/imbarcazioni della Sezione dovesse manifestare sintomi compatibili con infezione da Coronavirus durante le attività sportive è di isolare nella misura più restrittiva possibile il paziente e ridurre al minimo possibile il contatto con atleti e personale presumibilmente non contagiato.

I sintomi da tenere in considerazione sono:

- febbre con temperatura superiore a 37,5°

- sintomi di infezione respiratoria quale tosse

Si richiede pertanto che il responsabile della struttura individui un luogo per isolamento che dovrebbe corrispondere ad una zona in prossimità degli ingressi per ridurre possibili contatti con il transito del personale presente nella struttura.

Il soggetto deve indossare una maschera medica per prevenire la dispersione di goccioline infette all’interno della camera. Inoltre, il soggetto non deve usare le strutture comuni, come il WC, spogliatoio, etc., contemporaneamente ad altri atleti o persone presenti nella struttura.

Queste strutture comuni devono essere pulite e sanificate prima e dopo l’uso da parte del soggetto sospetto infetto.

Di seguito si illustrano le procedure operative da seguire.

• L’atleta segnala la presenza di sintomi al proprio tecnico/dirigente, il quale provvede sempre ad assicurarsi di indossare i DPI prima di prestare assistenza e a fornire il DPI al soggetto, se ne è sprovvisto.

• Il tecnico/dirigente conduce il soggetto nel luogo individuato dal responsabile la struttura per l'isolamento temporaneo.

• Successivamente telefona al numero dedicato del Servizio sanitario di emergenza, al fine di adottare le procedure indicate da detto numero, e provvede a segnalare il caso al Servizio di Igiene Pubblica dell'ASL.

• Il tecnico/ dirigente collabora con le Autorità sanitari per l’individuazione degli eventuali contatti avuti dal soggetto che sia stato riscontrato positivo al tampone COVID-19, ciò al fine di permettere alle autorità di applicare le necessarie e opportune misure di quarantena. I soggetti che hanno avuto contatti con il soggetto riscontrato positivo potranno essere interdetti dal proseguire le sessioni di allenamento.

13

NUMERI UTILI

Numero di pubblica utilità

1500

Numero unico di emergenza

Contattare il 112 oppure il 118 soltanto se strettamente necessario.

Numeri verdi regionali

 

Sicilia: 800 45 87 87

 

10. Disposizioni finali

L’aggiornamento del presente protocollo, si renderà necessario in conseguenza dell’entrate in vigore di nuove disposizioni da parte delle Autorità preposte e in conseguenza dall’evoluzione della

situazione.

Le disposizioni del presente protocollo si applicano dalla data di sabato 9 maggio, sino a nuovo avviso.

 

Palermo, 8 maggio 2020

Sezione Palermo Centro

Lega Navale Italiana

Via M. Alliata 4/c

90146 Palermo

 


Documenti allegati

Copyright © 2020 Risesoft S.r.l. - All Rights reserved.

Menù
×