LA SEZIONE DI TORRE SAN GIOVANNI FESTEGGIA IL SUO CAMPIONE DEL MONDO

Torre San Giovanni, 25/10/2015

LA LEGA NAVALE ITALIANA DI TORRE SAN GIOVANNI
FESTEGGIA IL SUO CAMPIONE DEL MONDO
MICHELE GIURGOLA 


          Nella suggestiva cornice dell’hotel “Isola di Pazze”, a Torre San Giovanni, adiacente ai luoghi d’infanzia del Grande Campione, in quelle acque che lo hanno visto crescere come atleta fino a conquistare il podio più alto, si sono svolti i festeggiamenti voluti dalla Sezione locale della Lega Navale Italiana per celebrare uno dei suoi soci più illustri, MICHELE GIURGOLA, campione del Mondo d’immersione in apnea.

        Michele, erede della positiva tradizione apneica italiana sulla scia di Enzo Maiorca e Umberto Pelizzari, si impone ai recenti Campionati Mondiali outdoor di Ischia con ampio margine sugli avversari, risultando il primo in assoluto per numero di medaglie conquistate (ORO con -93mt nella specialità in assetto costante con due pinne; - Argento con -103mt in assetto costante con monopinna;  Argento con -62mt in assetto costante “rana”).

         La grande sala dell’hotel è gremita durante l’esecuzione dell’inno nazionale con cui si è aperta la manifestazione introdotta dalle parole di Sergio Sabato, presidente della LNI T. S. Giovanni, e proseguita sotto la conduzione del direttore sportivo, Donato Manco, alla presenza, tra gli altri, del vicesindaco di Ugento, Graziano Greco e dell’Assessore del Comune di Ruffano Pasquale Gaetano.

      Il campione, attraverso filmati e immagini delle attività da lui svolte, dei suoi predecessori, degli allenamenti, dei momenti più topici della gara di Ischia e della premiazione, ha illustrato il suo processo di crescita umana e professionale sempre legata alla passione per il mare e per lo sport. Tuttavia si è anche affrontato il tema delle difficoltà, soprattutto mediatiche, di quello che è spesso considerato uno sport “minore” anche dalle federazioni nazionali. La CMAS (Confederazione Mondiale delle Attività Subacquee), World Underwater Federation, associazione a supporto dei campioni del passato, tra cui i nostri Maiorca e Pelizzari, ormai da anni aveva giudicato troppo pericolose tali discipline, non soltanto per gli atleti, ma soprattutto  per il personale subacqueo qualificato ad assistere gli atleti. Negli ultimi anni l’evoluzione delle tecniche e delle attrezzature ha reso maggiormente gestibile la prova d’apnea sì da convincere la CMAS a riprendere le competizioni no limits, regalandoci in tal modo la possibilità di apprezzare un campione nostrano quale è Michele Giurgola.

      Nel prosieguo della manifestazione il Presidente della Lega Navale di Torre San Giovanni ha voluto celebrare il brillante risultato sportivo con il dono di una targa per il riconoscimento dei traguardi raggiunti e l’esempio di valori sportivi trasmessi. La commozione è stata percepibile nel volto del campione, pur abituato alle forti emozioni, accompagnato dal plauso degli astanti.

      La cerimonia si è conclusa piacevolmente grazie al buffet preparato dallo chef dell’hotel “Isola di Pazze” e Michele, ancora una volta, si è trovato in apnea sommerso dalla folla che chiedeva il suo autografo.