I MIEI PRIMI QUADRIENNI OLIMPICI

AISM - VIA NOGAREDO, 82 33084 CORDENONS  Lo Sport

Amputato alla gamba sinistra in seguito ad un incidente stradale, Antonio Squizzato nasce a Pordenone il 16 febbraio del 1974. Timoniere, dopo aver gareggiato con il Sonar da pochi anni Antonio è passato al 2.4mR, un’imbarcazione molto tattica, con una velocità limitata, 4 nodi e 10 velocità massima di bolina, in cui la tecnica è un aspetto fondamentale. Appartiene alla società Canottieri Garda Salò. Il suo debutto ufficiale avviene nel 2006.
Si avvicina alla vela a Lignano Sabbiadoro con i colori del Centro Velico Alto Adriatico dove per la prima volta conosce il mondo delle regate.
La vela è piacere, gioia, è il sale della vita! Una poesia che gli piace molto recita che la vela è il dono del Signore ai suoi figli più belli. Sono Letizia, la sua compagna e la piccola Nadia Mira le prime tifose! Tra le cose che gli piace fare ci sono le immersioni e lo sci alpino.
Dopo le edizioni Paralimpiche di Pechino, Londra, Rio, Tokio 2020 è il prossimo obbiettivo per Antonio Squizzato.