GARA DI PESCA DA NATANTE

Quando una gara di pesca riesce a regalare emozioni come quelle vissute dai protagonisti è destinate fin dall’inizio a restare nella storia. Il giorno 23 Agosto si è svolta, nelle acque antistanti il porto di Rimini a sei miglia dalla costa, la gara di pesca organizzata dalla Lega Navale Italiana Sezione di Rimini.

La manifestazione ha visto la partecipazione di ben 17 imbarcazioni, per un totale di una sessantina di persone che si sono date battaglia per la cattura della maggiore quantità di pesce. Alle ore 7,30 la barca giuria dava il via alla gara: la maggior parte delle prede catturate erano costituite da "boghe" ma non mancavano all'appello anche “sgomberi”, “sugheri” e, seppure in quantità molto minore, anche qualche “tombarello”.

La manifestazione dedicata a Deo Lorenzoni, che fu uno dei fondatori della Lega Navale Sezione di Rimini, si è svolta in un clima di estrema correttezza e di sincera amicizia fra pescatori. Non sono mancate battute simpatiche dei vari concorrenti che si davano voce sul canale 12 del VHF, rendendo ancor più gradevole la giornata, per cui il prossimo anno l'intenzione è quella di istituire, oltre ai premi dei primi tre classificati, anche il premio simpatia per l'equipaggio più spiritoso.

La classifica finale ha visto vincitori Federico Bruschi e Antony Giacomini con Kg 12,83. Il secondo posto è andato a  Sandro Bertolo con Kg 4,74. Il terzo posto a Fausto Parma con Kg 4,03. Alle ore 13.00 l'Amm. Leardo Maria Cingolani, presidente della Sezione LNI di Rimini, consegnava ai primi tre classificati, oltre alla coppa, rispettivamente, anche un prosciutto, un culatello e un salame. La coppa trofeo "Deo Lorenzoni" sulla quale verrà apposto ogni anno il nome del vincitore, verrà custodita presso la Lega Navale di Rimini e rimessa in palio l’anno successivo. La consegna della medaglia ricordo a tutti i partecipanti e un rinfresco, concludeva la riuscitissima manifestazione.

In questo clima di cordialità e amicizia si chiudeva il 1° Trofeo “Deo Lorenzoni”. Un grazie a tutti i partecipanti e arrivederci al prossimo anno.

Resta inteso che gli organizzatori si dichiarano fin da ora sempre disponibili ad ascoltare e realizzare anche le proposte di chiunque voglia presentarle.