Velaterapia giovanile a Torvajanica

Negli ultimi anni si è sviluppata sul territorio di Pomezia una stretta sinergia tra il Servizio T.S.M.R.E.E (Tutela della Salute Mentale e Riabilitazione per l’Età Evolutiva) della ASL RM6, Distretto di Pomezia (Ex-Unità Operativa di Neuro Psichiatria Infantile), la Lega Navale Italiana Sezione di Pomezia ed alcuni istituti scolastici del territorio (scuole secondarie di primo e secondo grado) per la realizzazione di un progetto di velaterapia rivolto ai ragazzi con bisogni educativi speciali.

Il progetto, nato da un’intuizione dell’allora direttore dell’U.O.N.P.I., Prof. Roberto Miletto (autore, tra l’altro, di un interessante articolo, apparso sulla rivista "I-Care", dal titolo “L’insuccesso scolastico e la cura con la vela”), sviluppato dal Dott. Marco Sacconi e patrocinato dal Comune di Pomezia, si è rivelato, fin dal primo momento, un valido strumento di supporto nel percorso evolutivo dei ragazzi, impegnati in un’attività all’aria aperta, non semplice e non scontata, che richiede loro un notevole impegno, sia dal punto fisico che mentale e che sviluppa in maniera naturale le capacità di concentrazione e di apprendimento.

I progressi maggiori si sono avuti nell’incremento dell’autostima dei soggetti impegnati, non più rassegnati ad uno scontato fallimento, ma ora finalmente convinti di avere le capacità per poter riuscire.

La Sezione di Pomezia della Lega Navale Italiana (Ente Pubblico preposto a servizi di pubblico interesse), persegue i propri fini istituzionali accogliendo, a titolo completamente gratuito, presso la propria base nautica di Torvaianica, i ragazzi provenienti dal Liceo Artistico “P. Picasso”, dagli Istituti “Largo Brodolini” e “Orazio” di Pomezia e dall’Istituto “E. Pestalozzi” di Torvaianica.

Il successo dell’iniziativa sta facendo aumentare la richiesta di avvio dell’attività di velaterapia da parte di altre scuole e associazioni, già a partire dall’inizio del prossimo anno scolastico, comportando alcuni problemi legati all’organizzazione e alla dimensione degli spazi di cui può usufruire la Sezione L.N.I. di Pomezia. I problemi organizzativi verranno risolti con il futuro acquisto di un simulatore di vela (strumento che permetterà un significativo incremento delle attività a terra) e con l’aumento delle imbarcazioni e degli istruttori. Per quanto riguarda l’aumento degli spazi disponibili, sono in corso contatti con l’Amministrazione Comunale di Pomezia che, nella persona della Vicesindaco Elisabetta Serra, fin dall’inizio ha seguito con estrema attenzione il nascere e lo svilupparsi di questo progetto, che potrebbe addirittura, nel caso si riuscisse a rendere la spiaggia a loro accessibile, rivolgersi successivamente anche a persone con disabilità fisiche e motorie.

In allegato, la relazione del Servizio T.S.M.R.E.E sull’attività svolta in collaborazione con la Sezione L.N.I. di Pomezia.