Giro d’Italia a vela 2015 - Diciottesima tappa Pesaro

LNI Nettuno Pesaro - Lo Sport

Sveglia  presto, e, malgrado l’ora, c’è molto vento, circa 20 nodi. Issiamo la randa con due mani di terzaroli, poi si vedrà. Alle pendici del Conero, contrariamente alle previsioni generali, sussiste un microclima particolare, ma eravamo avvisati dai marittimi locali e non ci ha colto di sorpresa.
Il Mar Adriatico presenta onde particolari, corte e frequenti. La barca soffre per l’impossibilità di evitarle. È la prima volta che vediamo le meduse, tante, piccole. Il mare ha perduto il colore azzurro, cristallino dei giorni scorsi, per contro pochi rifiuti galleggianti. Molte aree interdette alla navigazione, allevamenti di mitili e due piattaforme petrolifere. Navighiamo verso Pesaro dove ci attende il Comandante Francesco Falcioni, Presidente della Lega Navale da poco più di un anno. Contattiamo telefonicamente Armando Falcioni, responsabile dei posti barca della LNI, velista da sempre, che ci spiega perfettamente come entrare in porto: il canale, poi la darsena ed infine la Capitaneria di Porto a sinistra e il distributore a dritta. Ci fa ormeggiare e ci apre la sede nautica, bella, tutta piena di bandiere, trofei, modellini, divani, camino e una cucina in acciaio che durante le regate ha sfornato anche duecento pasti!
Il Presidente è un esperto metereologo, lo troviamo sulla banchina che fotografa la nostra barca, ci dà il benvenuto e ci offre un ormeggio anche per domani, le previsioni non sono buone. Sta arrivando un fortunale che, malgrado il nome, non porta proprio fortuna, dice Luigi!

La sera passa velocemente e piacevolmente in compagnia di Francesco, Daniela, Daniele e Daniela. I racconti di vita, lasciano un arricchimento interiore, una crescita personale. La notte in barca, sotto il temporale è una bella esperienza, un fascino atavico.
La mattina alla base nautica  incontriamo Paolo Gennari e Paolini Enzo detto il Commodoro, che ci raccontano della storia delle bandiere, donate alla sezione da un socio che ha fatto il giro del mondo con un natante, un Fandango 9,98!
E conosciamo anche Alberini, tre edizioni della regata Rimini-Corfù, di cui una vinta.
Daniele Del Bianco, socio con una lunga storia di pentatleta, di traversate a nuoto Napoli- Capri e molto altro, si mette a disposizione per farci visitare la zona: ci porta con il pulmino a Gradara, al castello di Paolo e Francesca;
Sul Corriere Adriatico una bella notizia per la Sezione, ci fa piacere!
Nella Sezione LNI di Pesaro, grazie ad un Direttivo affidabile, abbiamo trovato lo spirito puro che rappresenta appieno la Lega Navale Italiana.
Un grazie di cuore a tutti.