Regata dell'amicizia dell'Adriatico

In occasione dell’inaugurazione della nuova Base Nautica della Sezione monfalconese della Lega Navale Italiana,

svoltasi nell’aprile del 2013, era stato firmato un accordo di collaborazione con l’ACI d.d. Adriatic Croatia International Club, la Società croata che gestisce la nota catene di marine lungo la costa dell’Adriatico croato.

Da quel protocollo d’intesa si è voluti partire per dare corso ad un lavoro di collaborazione in ambito nautico ed a livello internazionale. 

La Sezione di Monfalcone della Lega Navale Italiana, in collaborazione con le vicine Sezioni di Trieste e Grado ha così organizzato la Regata dell’Amicizia dell’Adriatico, una manifestazione ad invito che si disputerà sui monotipi JOD 35 messi a disposizione dall’ACI e che vedrà coinvolti equipaggi italiani, croati, sloveni ed austriaci. La manifestazione prevede una regata a bastone nella giornata di venerdì 20 giugno che si disputerà a Monfalcone, una regata d’altura tra Monfalcone ed Umago ed una regata a bastone conclusiva ad Umago.

La manifestazione vuole essere un punto di partenza per iniziare una ben più ampia collaborazione dando vita ad un progetto internazionale che abbracci più settori della nautica e della vela dell’alto Adriatico, secondo la missione tipica della Lega Navale Italiana, e quindi con particolare attenzione al mondo dei giovani e della disabilità, e grazie al supporto di molti operatori ed Istituzioni. Alla prima edizione, oltre alla già citata ACI, hanno conferito il patrocinio il Comune di Monfalcone e la Presidenza Nazionale della Lega Navale Italiana, ed hanno collaborato le vicine Sezioni di Trieste e Grado. È  stato inoltre raccolto il prezioso contributo della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia.

Durante la regata monfalconese, presso la Sezione di Monfalcone si terrà una tavola rotonda sul tema delle possibili cooperazioni tra le diverse entità italiane, croate, slovene ed austriache dal titolo “La regata dell’Amicizia: prospettive per un progetto comune”. Alla tavola rotonda sono state invitate istituzioni dei Paesi partecipanti, oltre ad Associazioni ed Enti possibili sostenitori del progetto.

Documenti allegati