La L.N.I. alla Settimana Velica Internazionale - Città di Livorno

SETTIMANA VELICA INTERNAZIONALE

ACCADEMIA NAVALE e CITTA’ di LIVORNO

 

Nella sempre affascinante cornice del piazzale del brigantino, con bandiere nazionali e guidoni che garrivano sostenute da un fresco ponente, il 1 Maggio si è svolta presso l’Accademia Navale, a Livorno, la settimana conclusiva di questa prima edizione della Settimana Velica Internazionale Accademia Navale – Città di Livorno.

Un nome nuovo, ed un po’ articolato, che si inserisce nel contesto velico internazionale, forte della eredità del prestigioso Trofeo Accademia Navale (T.A.N.). Già lo scorso anno il Comune di Livorno ed i Circoli Velici cittadini decisero di non voler considerare conclusa l’esperienza storica delle 32 edizioni precedente e dettero vita alla Settimana Velica Città di Livorno, una sorta di edizione “Zero” dell’attuale evento sportivo.

Il 2017 segna quindi, con il ritorno dell’Accademia Navale, la nascita di una ambiziosa manifestazione sportiva. Gli obiettivi sono chiari: fare della città di Livorno un luogo di elezione per la vela internazionale. I punti di forza altrettanto evidenti: a cominciare dal luogo, con lo storico porto mediceo da sempre amato e vissuto punto di incontro della cittadinanza, l’Accademia Navale, il prestigioso istituto raccordato a livello internazionale con le Marine Militari, i Circoli Velici, ognuno con la propria caratterizzazione e le proprie collaudate tradizioni, e certamente, anche la cittadinanza ed il suo legame con il mare, quel bel Mar Tirreno da cui la stessa città trae origine e giustificazione storica.

La Settimana Velica ha avuto inizio il 22 Aprile e termine il 1 Maggio. Undici giorni di festa, con il mare, ma non solo, sul palcoscenico. Le classi in regata: Marblehead (modellini), J 24, Tridente (regata delle Marine Militari in rappresentanza di 18 Paesi), Altura, Minialtura, Equipe, 2.4 mR, Martin 16 e Laser Bug, cui si sono aggiunti i raduni nazionali S.U.P e Windsurf. I numeri: 500 atleti, 150 barche nelle 10 classi, decine di eventi collaterali in città.

La coppa messa in palio dalla Presidenza Nazionale della L.N.I. per celebrare il 120° anniversario della Lega Navale Italiana è stata assegnata al primo assoluto della classe Laser Bug. Ed è stato con particolare orgoglio, che il Delegato Regionale L.N.I. per la Toscana, Ammiraglio Piero Vatteroni, ha consegnato il prestigioso riconoscimento a Massimo Mastrobuono, giovane velista del Gruppo Vela della Sezione L.N.I. di Meina (NO).

Dal canto suo, la Sezione livornese della L.N.I., nel primo week-end, ha organizzato le regate della classe J 24 (9 prove di cui 8 disputate). Il trofeo, valido per il campionato nazionale di classe e per la selezione dei mondiali di classe 2018 che si disputeranno a Riva del Garda, ha visto la partecipazione di 15 equipaggi, giunti anche da lontano.

La premiazione del trofeo L.N.I. si è svolta sotto la regia della dottoressa Paola Zanoni, addetto stampa della classe J 24, che ha presentato l'Ammiraglio Piero Vatteroni, Delegato Regionale L.N.I. per la Toscana, il Capitano di Vascello Gianguido Manganaro ed il Capitano di Fregata Giuseppe Parrini, entrambi dell'Accademia Navale, ed il Presidente di Sezione, Col. Fabrizio Monacci, invitati a consegnare i premi.

Nel porgere il primo premio all'equipaggio de "La Superba", la barca della Marina Militare vincitrice di tutte le prove disputate e già selezionata per i mondiali del prossimo anno (Ignazio Bonanno il timoniere, Francesco Linares, Vincenzo Vano, Francesco Picaro, Alfredo Branciforte), che potete vedere in azione nella foto sotto, l'Ammiraglio Vatteroni ha sottolineato l'impegno della Presidenza Nazionale L.N.I. nel sostegno a questa importante manifestazione, impegno storico consolidatosi in tutte le edizioni del T. A. N. e rafforzato ancor di più quest'anno per la ricorrenza del nostro 120° anniversario.

Il Presidente Monacci ha evidenziato come questa prima edizione della Settimana Velica Internazionale nasca dalla collaborazione tra i circoli velici cittadini – il più antico dei quali è proprio la Sezione L.N.I. di Livorno – il Comune e l'Accademia Navale, la quale, offrendosi di agire in qualità di coordinatore, ha certamente ottimizzato la sinergia tra gli organizzatori.  

Dopo aver ringraziato i partecipanti, i Soci che si sono adoperati per la riuscita delle regate, i giudici presieduti da Antonella Virdis (della Sezione L.N.I. di La Spezia), ed il presidente della classe J 24, Pietro Diamanti, il Col. Monacci ha consegnato proprio a quest'ultimo, armatore e timoniere di "Jamaica", il secondo premio. Per il risultato raggiunto questo brillante equipaggio ha centrato la partecipazione ai prossimi mondiali.

Il terzo premio, consegnato dal Capitano di Fregata Giuseppe Parrini, è andato all'equipaggio di "Valhalla - Hotel Verona" di Enrico Perbellini con Fabio De Rossi come timoniere. Infine, il formidabile equipaggio de "La Superba" è stato richiamato sul podio per ricevere dal Capitano di Vascello Gianguido Manganaro il premio speciale destinato al primo equipaggio militare (tre le barche M.M. partecipanti). L'ufficiale, in rappresentanza dell'Ammiraglio Ribuffo, Comandante dell'Accademia Navale, ha sottolineato il sentimento di orgogliosa partecipazione dell'Accademia Navale a questa importante manifestazione con l'obiettivo di farla crescere nel solco del prestigioso T. A. N..

A sfiorare il podio, "Five for Fighting", armato e timonato da Eugenia De Giacomo.

Nell’ambito della Settimana Velica ed in forza del protocollo di intesa firmato dalla Sezione con la Associazione “Amici della Zizzi”, i Soci hanno ospitato a bordo delle proprie barche i ragazzi seguiti da questa benemerita Onlus. Grande il divertimento e la loro emozione navigando sotto il guidone della Lega Navale Italiana.