Il Campionato Italiano 2018 Hansa 303, nel segno della L.N.I.

Fra le tante belle emozioni che l’evento ha riservato a concorrenti, accompagnatori ed organizzatori, il Campionato Italiano 2018 della Classe Hansa 303, organizzato dalla Sezione L.N.I. di Genova Sestri Ponente, si è aperto e concluso con due momenti particolarmenti toccanti. All’inaugurazione, il minuto di silenzio che è seguito all’alzabandiera di apertura della manifestazione, alle 11.37 del 14 settembre, esattamente un mese dopo la tragedia del ponte crollato. In conclusione, poi, durante la cerimonia della premiazione, l’applauso pieno di trasporto, prolungato e davvero caloroso che ha salutato la presenza in sala di Enrico Carrea, il pluricampione in carica, che aveva vinto l’ultima edizione lottando anche contro il male da cui era appena stato colpito e che gli ha riservato un durissimo anno di cure. Ed anche e proprio per questo il Presidente Antonio Bitti, come lui stesso ha rivelato, ha voluto portare il Campionato “303” a Genova Sestri Ponente.

Inutile dire quanto sia stata grande la commozione di Enrico, pioniere della vela paralimpica genovese che, pur non avendo potuto difendere il titolo, ha avuto la soddisfazione di passare idealmente il testimone ad un altro portacolori della sezione, l’esordiente Giulio Cocconi (ITA 537, nella foto impegnato in un passaggio in boa), tredicenne in carrozzina dal sorriso radioso, in equipaggio con l’esperto 21enne Francesco Ghio, velista dall’età sei anni del vivaio sestriponentino: un inedito equipaggio che ha saputo mantenere il titolo a Genova. Sarebbe bello, a questo punto, se il giovane Giulio potesse a sua volta seguire la rotta sotto vela del veterano Enrico, con il supporto della Lega Navale di Sestri Ponente, nell’ambito dell’attività di promozione della vela paralimpica che la contraddistingue.    

Secondo posto per Pardo e Luca Palmeri (ITA 2709, nella foto inseguiti da ITA 2573 – LNI Desenzano, 4° classificato), padre in carrozzina e figlio tredicenne con esperienza di Optimist ed Open Bic, portacolori della Sezione L.N.I. di Monfalcone, già qualificati per il Mondiale Hansa 2018 di ottobre ad Hiroshima. Terza posizione per l’altro equipaggio della Sezione L.N.I. di Genova Sestri Ponente (ITA 2698, nella foto sotto), formato da Patrizia Aytano, assistita AISM, con l’esperto Antonio Puppo (destinatario anche del premio – che non avrebbe affatto ambito ricevere! – per il “velista più anziano”). Nella combattuta prova finale, i genovesi sono riusciti ad avere la meglio sulle giovani e bravissime Elena Piccinelli e Francesca Ramazzotti, della Sezione L.N.I. di Brescia-Desenzano.

All’organizzazione del Campionato curata nei minimi termini, con l’assistenza di una formidabile schiera di soci ed esperti velisti, in una sede oltremodo accogliente e dotata di tutte le infrastrutture necessarie per la vela accessibile, hanno fatto riscontro tre belle giornate di sole e di vento, che hanno permesso alle oltre 30 barche iscritte di disputare cinque prove. La cronaca registra una leggera brezza di mare il venerdì pomeriggio, in cui sono state disputate tre prove molto combattute,  e vento teso da scirocco, il sabato, con onda che ha messo a dura prova la flotta, e infine una brezza davvero esile la domenica, in una regata “in punta di scotte”, che da un lato ha confermato le prime due posizioni, ma dall’altro ha anche registrato qualche sorpasso nelle varie sfide che hanno animato il campionato, risultato davvero divertente, con ingaggi appassionanti.      

Decisamente in evidenza il guidone della Lega Navale Italiana, con ben 22 imbarcazioni iscritte, provenienti dalla Sezioni L.N.I. di Castellamare di Stabia (2), Chiavari-Lavagna (1), Brescia-Desenzano (5), Genova Sestri Ponente (2), Milano (1), Monfalcone (2), Palermo (4), Pomezia (1), Sassari (1, in equipaggio misto con Alghero), Savona (2) e Trieste (1), a testimonianza dell’impegno della Lega Navale Italiana nella diffusione di questa classe di imbarcazioni, non solo per l’attività agonistica, ma soprattutto per rendere la vela davvero accessibile a tutti.

Fra le personalità intervenute, il Sindaco di Genova, Marco Bucci, il Vice Presidente Nazionale della L.N.I., Amm. Piero Fabrizi, il Consigliere Nazionale della FIV, Fabio Colella, il Presidente della I Zona FIV, Gianni Andrea Belgrano, il Presidente AISM Liguria, Vincenzo Costa ed il Comandante CP Domenico Napoli.

Presenti anche il Presidente dell’Associazione Italiana Classe Hansa, Marco Rossato, velista in carrozzina della Sezione L.N.I. di Padova, giunto a Genova sul trimarano "Foxy Lady" (Dragonfly 800 Wing Swing), con il quale ha concluso il giro della penisola in quasi-solitario - era infatti accompagnato dal suo fido cane Muttley - per promuovere la nautica accessibile, che ha ricevuto il testimone di Presidente della Classe da Andrea Stella, che, con il supporto della sua Onlus “Lo Spirito di Stella”, ha contribuito a lanciare e consolidare il successo delle Hansa 303, fino alla designazione di barca paralimpica.

In allegato, la classifica finale del Campionato.