Cultura e tradizioni alimentari del Mediterraneo

Centro polifunzionale della cultura, Marina di Davoli (CZ)  La Promozione Sociale

La Lega Navale Italiana (LNI), Delegazione di Davoli, nell’ambito della mostra d’arte “Mediterraneo: un mare d’arte e cultura” abbinata al concorso d’arte, è lieta di annunciare il quarto appuntamento culturale di gennaio dal titolo

Cultura e tradizioni alimentari del Mediterraneo

che si terrà venerdì 29 gennaio 2016 alle ore 16.30 presso il Centro Polifunzionale della Cultura, sede della mostra, Via Pitagora in Marina di Davoli (CZ).

L’incontro conclusivo della mostra sarà dedicato alla caratterizzazione del valore antropologico delle abitudini alimentari dei popoli del Mediterraneo, aspetto di primaria importanza per la comprensione del cammino di umanizzazione intrapreso dalle nostre popolazioni. “Il Mediterraneo di oggi è l’oceano di un secolo fa. In gioco non c’è solo il cibo, la possibilità di nutrirsi e di placare la fame – il tema di un’Expo che appare troppo distante da questa sofferenza – ma la nostra idea di convivenza. Un universo che ci interroga , chiedendo risposte a un Occidente smarrito.” Parole tratte da “Fine pasto” del Prof. Vito Teti (Giulio Einaudi Editore), Antropologo di primissimo piano nel panorama culturale nazionale che tanto ha scritto sul cibo nel corso dell’ultimo decennio. Il Prof. Teti è Ordinario di Etnologia presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria e fondatore del centro di documentazione e ricerca  su “Antropologie e Letterature del Mediterraneo”.

Quindi, con il poemetto in lingua italiana su Gioacchino Murat sarà spiegato nell'antico modo dei menestrelli medievali o lamentatori (con cartellone al seguito) in un atto unico bitematico, con un tema minore, uno maggiore ed un finale, il viaggio verso Pizzo, sul Mar Tirreno, dell’importante luogotenente di Bonaparte. Scritto in dialetto nel 1998 da Rocco Jenco, sia il testo che la musica sono stati continuamente elaborati dall’Autore fino alla versione definitiva, in italiano, del 2015. La  prima esecuzione è avvenuta in Puglia, ad Altamura (BA), il 7 novembre del 2015 dove ha riscontrato notevole approvazione.

Al termine della serata, individuate le opere prima e seconda classificata per merito, secondo il disciplinare pubblicato alla data di emanazione del bando di concorso, ne saranno premiati i rispettivi artisti in concorso.

Il Presidente

Prof. Giacinto Bagetta (davoli@leganavale.it)