Francesco Bianchi vince il 29° Trofeo di nuoto "Ugo Pugliese"

Buona la prima. Dopo 1 ora 56 minuti e 24 secondi della 10 km di nuoto di fondo, Francesco Bianchi, classe 1993, del circolo Canottieri Aniene, vince la 29^ edizione del Trofeo "Ugo Pugliese", la storica maratona del mare targata Crotone. È la prima volta che Bianchi partecipa al trofeo e subito ha centrato l'obiettivo, forte dei consigli di Federico Tamborrino, pluri vincitore di questo Trofeo e suo amico. "Federico - ha detto il trionfatore del Trofeo Pugliese - mi ha parlato molto bene di questa manifestazione, del mare meraviglioso che c'è a Crotone e dell'organizzazione impeccabile, tanto da invogliarmi a partecipare. Il percorso di oggi non è stato proprio semplice, 10 km sono tanti per un principiante come me".

Dietro di lui, con un distacco di soli 3 minuti, Marco Magliocca, classe 1998, del Circolo Nautico Posillipo, che ha tagliato il traguardo, con il tempo di un'ora 59 minuti e 48 secondi.

Una conferma invece per gli assoluti femminili, dove ha vinto Fabiana Lamberti, del Gruppo Sportivo Fiamme Oro di Napoli, veterana del Trofeo Pugliese e già vincitrice del titolo, giunta al molo Sanità dopo 2 ore 06 minuti e 32 secondi. Sul secondo gradino del podio, la calabrese Valeria Cutrupi,  che ha chiuso la sua prova in 2 ore 18 minuti e 11 secondi.

Infine, per la categoria "Master" ha vinto il crotonese Antonio Rodio della Lacinia Nuoto.

Il Trofeo “Ugo Pugliese”, appuntamento fisso dell’estate crotonese, è promosso dalla Sezione di Crotone della Lega Navale Italiana, dallo Yachting Kroton Club, dalla Kroton Nuoto, con la collaborazione della Capitaneria di Porto, della Federazione Italiana Nuoto e del CONI Calabria e con il sostegno ed il patrocinio del Comune di Crotone, della Regione, della Provincia, dell’Area Marina Protetta di Capo Rizzuto e della Bper.

Questa edizione del "Trofeo Pugliese", inserita nel programma delle manifestazioni celebrative del 120° Anniversario della fondazione della Lega Navale Italiana, è stata una sfida altamente competitiva nelle acque dello Ionio crotonese. "La prima parte della gara - ha osservato Daniele Paonessa, delegato provinciale CONI Point - è stata caratterizzata da vento da sud e questo ha reso il percorso abbastanza faticoso. Il rientro è stato più agevole, ma il mare non è stato molto agitato. I tempi di rientro, comunque, sono rientrati negli standard nazionali".

Grande lo spettacolo in acqua e fuori per i tanti crotonesi che hanno potuto assistere alla gara dal lungomare cittadino, per un evento ormai consolidato nel panorama nazionale del nuoto, fucina e richiamo per tanti talenti, come il vincitore della passata edizione, Mario Sanzullo, da poco reduce dai Campionati Mondiali di nuoto in acque libere sul lago Balaton, dove ha conquistato la medaglia d'argento nella 5 km di fondo.

"Per noi è una grande soddisfazione- ha aggiunto Giovanni Pugliese, presidente della Sezione L.N.I. di Crotone - il nostro Trofeo ha una rappresentatività a livello nazionale, che ogni anno richiama i migliori atleti di questa disciplina. Ci stiamo avvicinando alla 30^ edizione e, ogni anno, si conferma la continuità di presenze e partecipanti." "Non so quante manifestazioni di questo tipo in Italia giungono a così tante edizioni - ha ribadito Ugo Pugliese, sindaco della città - spia questo dell'impegno, della tenacia, della costanza con cui in tutti questi anni il Trofeo Pugliese è stato portato avanti".

La macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione. Capitaneria di Porto, Lega Navale di Crotone, Yachting Kroton Club e Croce Rossa, insieme ai soci LNI Carmine La Greca e Paolo Scola, hanno vigilato sulla sicurezza in mare dei nuotatori. Al termine della gara i primi quattro atleti di ogni categoria sono stati sottoposti ai controlli antidoping predisposti dal ministero della Salute.

In serata, presso la sede della Lega Navale, si è svolta la cerimonia di premiazione per incoronare il neovincitore assoluto di questa edizione del Trofeo Pugliese. Era presente anche il comandante della Capitaneria di porto, Giuseppe Andronaco.