Conclusi i lavori dell'A.G.S. 2017.

Nell’anno del 120° Anniversario della fondazione, la L.N.I. torna a La Spezia, suo luogo di origine. Lo fa, anche questa volta, per un’occasione speciale: l’Assemblea Generale dei Soci, tradizionale appuntamento annuale che, però, negli ultimi due anni non era stato possibile convocare per la mancata nomina dei vertici dell’Associazione. Non che le attività della L.N.I. fossero cessate tre anni fa, anzi, se possibile, sono addirittura aumentate. Ma la necessità di riprendere il corretto assetto istituzionale -  con un Presidente, un Vice Presidente e un Consiglio Direttivo Nazionale nel pieno esercizio dei poteri – era diventata assolutamente urgente.

Il 2017, quindi, può essere considerato l’anno di una nuova partenza e allora quale luogo migliore della Spezia per “ripartire” con rinnovato slancio ed entusiasmo? Un entusiasmo testimoniato anche dalla folta partecipazione dei Presidenti delle Strutture Periferiche – circa 130 provenienti da tutta Italia – che non hanno voluto mancare un appuntamento così importante per la vita dell’Associazione.

Dopo l’esecuzione dell’inno nazionale, il Presidente Nazionale della L.N.I., Amm. Maurizio Gemignani ha dato il benvenuto alle Autorità, tra le quali il Prefetto di La Spezia, Dott. Lucio Garufi, il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, Amm. Sq. Valter Girardelli, i Sindaci di La Spezia, Dott. Luigi Peracchini e di Lerici, Dott. Leonardo Paoletti e il Presidente della F.I.V., Dott. Francesco Ettorre.

Il Presidente Nazionale ha voluto ringraziare i Presidenti – e, per loro tramite, tutti i Soci – per quanto hanno fatto e continuano a fare, sottolineando la vitalità dell’Associazione, che ha saputo conservare e tramandare i valori del mare per 120 anni e continua nella sua opera di diffusione della cultura marinaresca, proprio perché questi valori sono validi tutt’ora.

“In un momento non facile per la L.N.I. – ha proseguito il Presidente – sono lieto di constatare l’opera incessante dei Soci, grazie alla quale è stato possibile superare le difficoltà e che induce all’ottimismo per il futuro, nell’intento di riportare la Lega Navale Italiana a rivestire il ruolo di organismo di riferimento per la marineria, sia nell’ambito del diporto nautico, sia nella tutela dell’ambiente marino, sia, infine, in quello della promozione sociale”.

A seguire, l’appassionato intervento del Presidente della Sezione L.N.I. della Spezia, Giorgio Balestrero, che ha fatto gli onori di casa in qualità di Sezione ospitante ed ha rievocato, con dovizia di immagini, i fatti più significativi della storia della Lega Navale Italiana.

Ulteriore “ritorno al passato”, una rinnovata sinergia con la Marina Militare, che nell’organizzazione dell’evento è stata elemento importante dal punto di vista logistico, ma che ha voluto enfatizzare la sua vicinanza alla Lega Navale Italiana con la presenza del Capo di Stato Maggiore della M.M., Ammiraglio di Squadra Valter Girardelli, che ha portato il suo saluto all’assemblea, accompagnato dal Comandante di Marina Nord, Ammiraglio di Divisione Giorgio Lazio, dall’Ammiraglio Ispettore Capo Claudio Morellato, Direttore del Centro di Supporto e Sperimentazione Navale e dai Titolari dei Comandi della sede.

Nel suo intervento, l’Ammiraglio Girardelli ha rimarcato “la longevità di questo sodalizio, chiaro sintomo che l’età e il mutare della nostra società non ha scalfito i solidi e sani principi fondanti e che le motivazioni che 120 anni fa spinsero Jack La Bolina a costituire il Comitato Centrale della Lega Navale restano tutt’oggi totalmente immutati e validi”.

“In un Paese come il nostro – ha proseguito il C.S.M.M. – è quanto mai necessario promuovere la marittimità quale elemento fondamentale per la crescita non solo economica, ma anche culturale e sociale del nostro Paese. Tutto ciò rientra ampiamente nel motivo fondante della Lega Navale italiana e sono sicuro vi ringrazio per tutto quello che fate e soprattutto per come lo fate, con quella passione, solidarietà e perseveranza, in sintesi con quello spirito di equipaggio che ci accomuna tutti, uomini di mare con o senza stellette”.

“A questo proposito – ha concluso l’Amm. Girardelli – voglio confermare che la Marina militare ha sostenuto e continua a sostenere la Lega Navale Italiana e contribuisce a promuoverne la diffusione e l’adesione in modo da accrescerne la capacità di divulgare la cultura della difesa del mare, dell’utilizzo intelligente e sicuro del mare, della navigazione come professione, come diporto, ma anche come sano e salubre sport”.

Conclusa la parentesi protocollare, sono iniziati i lavori veri e propri dell’Assemblea, articolati su due giorni di riunione, durante i quali è stato esaminato il bilancio preventivo 2018, documento fondamentale per le linee di indirizzo delle future attività. Proprio per “programmare” il futuro, nella giornata di sabato i Presidenti delle Strutture Periferiche hanno presentato diverse iniziative e proposte, che hanno riscontrato un notevole interesse e hanno generato una proficua discussione in un clima disteso e propositivo.

A conclusione dei lavori, l’Assemblea ha approvato per acclamazione la candidatura della Sezione di Trieste ad ospitare l’A.G.S. del prossimo anno, anche questo colmo di importanti ricorrenze, quali il Centenario della Vittoria nella 1^ Guerra Mondiale, la 50^ Barcolana e, non meno significativo, l’avvio dei festeggiamenti per il centenario della fondazione della Sezione L.N.I. di Trieste.

RASSEGNA STAMPA

Marina Militare Italiana                    Pressmare                    Città della Spezia                    Rai News 24   

La Spezia Cronaca 4                       Il Nautilus                        Yahoo Notizie                       Agenzia NOVA