Prima riunione del nuovo C.D.N.

Dopo un’attesa di quasi quattro anni, il Consiglio Direttivo Nazionale della Lega Navale Italiana ha ripreso appieno le sue funzioni istituzionali, in occasione della riunione convocata dal Presidente Nazionale immediatamente dopo la nomina del C.D.N. con Decreto Interministeriale del Ministro della Difesa e del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, avvenuta poco prima dello scorso Natale.

Unitamente alla nomina – di poco precedente – del Vice Presidente Nazionale nella persona del Contrammiraglio Piero Fabrizi, la Lega Navale Italiana ha completato così il processo di ripristino dei suoi Organi Centrali, il cui funzionamento era stato sospeso nel 2014 a seguito del mancato rinnovo degli incarichi di vertice dell’Associazione.

L’attesa è stata lunga e il processo di riassetto è stato laborioso, ma il 2018 nasce sotto i migliori auspici da questo punto di vista. Il Consiglio Direttivo Nazionale è stato pertanto convocato senza indugio per la sua prima riunione presso la Presidenza Nazionale, con un Ordine del Giorno fitto di argomenti di rilievo – oltre a quelli di ordinaria amministrazione – che ha reso necessari due giorni di riunione, a fronte della consueta singola giornata.

Tra gli argomenti in esame, sono da segnalare l’approvazione del Bilancio Preventivo 2018, che era stato presentato in occasione dell’Assemblea Generale dei Soci dello scorso ottobre, l’approvazione di alcune varianti al “Regolamento allo Statuto” e al “Regolamento delle Basi Nautiche L.N.I.” e alcune proposte di integrazione ai criteri di erogazione dei contributi alle Strutture Periferiche.

Da segnalare, inoltre, l’istituzione delle nuove Delegazioni di Sassari, Pizzo Calabro, Brucoli – Augusta, Marzamemi – Pachino, Riccione e Portorosa – Furnari, che, unitamente alla contestuale soppressione di cinque strutture, porta a 254 il totale delle Strutture Periferiche della Lega Navale Italiana.

Sono state infine approvate le nomine a “Socio Benemerito” del giornalista Giulio Guazzini, per il suo prezioso contributo alla promozione della cultura del mare e al velista Alessandro Di Benedetto, socio della Sezione di Castellammare del Golfo, sia per le sue imprese sportive, sia per la sua opera di divulgazione della vela nelle scuole.